DISOCCUPAZIONE PONTINA? SOLUZIONI A 5 STELLE!

di Luca Pietrolucci

Latina, dopo la crisi economica di quest’ultimo decennio, è stata una delle zone maggiormente colpite dal crollo occupazionale. Infatti, dopo il “crash” del 2008, gli indicatori riguardanti il lavoro a Latina hanno raggiunto livelli d’allarme.

Secondo l’ISTAT, nel 2016, la disoccupazione ha raggiunto un preoccupante 15,5% (oltre la media nazionale) mentre quella giovanile è arrivava a toccare il 43,3%.
In tal senso, la proposta del M5S di introdurre il “reddito di cittadinanza” in favore di chi ancora oggi vive sotto la soglia di povertà, porterebbe un po’ di sollievo nella nostra provincia.
Questo tipo di “sussidio” non è, come i partiti vogliono far credere, a fondo perduto ma si prefigge l’obiettivo di formare i disoccupati e i NEET (not engaged in education, employment or training), ovvero cittadini che non studiano, non lavorano ne più cercano un impiego, preparandoli per l’inserimento nel mondo del lavoro tramite specifici corsi di formazione.
Nel frattempo il sussidio consentirà il loro dignitoso sostentamento ma solo se accettano la formazione ed il servizio socialmente utile offerto dal proprio comune in cambio del previsto contributo economico.

Terminato il periodo di formazione al cittadino verranno fatte tre offerte di lavoro, se le rifiuterà tutte perderà il diritto a riceve il “reddito di cittadinanza”. Se, invece, accetterà avrà un lavoro.
Verrà inoltre introdotto un reato ad “hoc” per prevenire e reprimere eventuali tentativi di truffa come il doppio lavoro per ottenere sia uno stipendio (magari in nero) sia il reddito di cittadinanza.
Intanto, in attesa che il reddito di cittadinanza diventi una realtà nazionale, i cittadini laziali possono già contare sul fondo (circolare) di microcredito e microfinanza del M5S Lazio, garantito dalle elargizioni di parte delle retribuzioni dei relativi consiglieri regionali, che può contare su uno stanziamento di 750 mila euro.

Posted on 13 febbraio 2018, in Blog. Bookmark the permalink. Leave a Comment.

Comments are closed.