IL GOSSIP E’ SERVITO!

Ed ecco a voi la prova “dell’imparzialità” di Latina Oggi. L’unico quotidiano locale del capoluogo (purtroppo), che forse pensa di avere la “verità” in tasca.
Ed eccolo scendere in campo in difesa di un progetto che sta a cuore del PD (una coincidenza?), del governatore Zingaretti (che novità!) e ora anche della “portavoce” M5S Pacifico (cari simpatizzanti e attivisti M5S fatevi una domanda e datevi una risposta!), ovvero l’inutile, anacronistica quanto costosa autostrada Roma-Latina.
L’autore dell’articolo che alleghiamo, ovviamente, non scende del merito delle nostre osservazioni sull’autostrada, riportate nel nostro primo articolo al riguardo “Chi l’ha vista?”,
* * * * *
https://www.latina5stelle.it/chi-lha-vista/
* * * * *
da noi redatto per mettere in risalto il fatto che la “portavoce” Pacifico si sta schierando a favore di un progetto, da sempre, contrastato dal M5S in ambito locale, provinciale e regionale.
 
L’autore dell’articolo, ovviamente, preferisce sottolineare:
– che “volano gli stracci” in casa grillina;
– che i soliti grillini brutti e cattivi sono quelli del NO a tutto;
– che preferiscono “realizzare una metropolitana leggera tra Latina e Roma”.
 
Lo scrupoloso giornalista, tuttavia, omette di riportare che , in realtà, pur asserendo che una metropolitana leggera parallela alla Pontina sarebbe auspicabile, la reale priorità da noi caldeggiata è quella della conversione del progetto autostradale a pedaggio (dunque a pagamento per i pendolari) in un virtuoso adeguamento e messa in sicurezza di tutta la via Pontina tramite la realizzazione di: corsie d’emergenza; spartitraffici e carreggiate a norma di legge; eliminazione degli incroci a raso; adeguata illuminazione almeno nei punti più pericolosi; rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale; apposizione dei pannelli fonoassorbenti in prossimità dei centri abitati; rifacimento del fondo e del manto stradale con asfalto drenante; tangenziali nei punti più nevralgici (es. Aprilia e Pomezia).
Insomma, al posto di un’autostrada a pagamento (che vuole un nuovo tracciato per almeno il 50%), costosa e realizzabile non prima di circa 7 anni, si chiede una superstrada gratuita (come già accaduto per il tratto che da Civitavecchia porta a Livorno) che potrebbe essere realizzata in circa 2 anni e con meno soldi di quelli necessari per la costruzione di un’autostrada (circa 3 miliardi di euro).
 
Ma l’attento giornalista non si ferma qui e, convinto di essere una penna con bollino “ICQ” (rilasciato dal noto Istituto Controllo Qualità), preferisce spostare l’attenzione “sull’italiano stentato” da noi utilizzato in occasione della redazione dell’articolo “Una portavoce a sua insaputa?”,
* * * * *
https://www.latina5stelle.it/una-portavoce-a-sua-insaputa/
* * * * *
letto da 1547 cittadini/simpatizzanti/attivisti, ovvero più della metà delle copie vendute dal quotidiano in questione in un giorno feriale del dicembre scorso(*), di cui riporta, con ostentata zelanteria, uno stralcio.
Del resto noi poveri blogger non abbiamo alle spalle una redazione strutturata ne i cosiddetti “correttori di bozza” e, per questo, ce ne scusiamo con i nostri lettori ma soprattutto con l’erudito giornalista senza macchia e senza errori
(verosimilmente corretti preventivamente da altri).
Che dire?
L’informazione è “svilita” mentre il “gossip” è servito!
=====
(*) Fonte: Ufficio resa Zamparelli srl (impresa di distribuzione locale certificata)
Dati relativi a giovedì 28/12/2017
Copie fornite: 3335;
Copie rese: 1047
Copie vendute: 2288
=====

Posted on 3 novembre 2018, in Blog, Comunicati. Bookmark the permalink. 1 Comment.