Blog Archives

LA FORMA DELL’ACQUA: uso o abuso dell’emergenza migranti?

di Vinicio Sperati

Il flusso verso l’Italia si è incrementato negli ultimi giorni di agosto 2016, con 8 dei 21 mila migranti sbarcati negli ultimi due giorni del mese, una circostanza che ha suscitato l’allarme sugli organi di stampa.

Simili allarmi lasciano il tempo che trovano ma sono mirati a riempire la fantasia popolare dei fantasmi dell’occupazione, alimentando la paura del diverso.

La maggior parte degli sbarchi avviene tra Sicilia e Calabria, circa l’87% del totale,  in parte per la vicinanza delle coste africane, in parte perché vi è un maggior interesse secondario che avvengano proprio lì. Proprio lì perché – un esempio banale ma estremamente realistico -, se il lavoro sommerso vale in totale il 13% del Pil italiano, in agricoltura, ambito usuale per lo sfruttamento dei migranti, questa quota supera il 18%, garantendo altissimi profitti allo sfruttamento criminale del lavoro, che andrebbe fortemente contrastato non solo per ragioni etiche, ma perché l’integrazione è presupposto allo sviluppo del territorio (Rosarno docet).
Continua a leggere

LATINA 5 STELLE MAGAZINE – NUMERO 3

LATINA 5 STELLE MAGAZINE – NUMERO 3 – Il magazine del meetup 256 “I Grilli e le Cicale di Latina”

QUESTO MESE:

Vincere le barriere architettoniche con intervista a Damiano Coletta
Davide versus Golia: una storia che Pontinia conosce
Torre Astura: la grande bellezza
Italiani e romeni: il mistero della differenza
L’ultima spiaggia: i territori costieri ed il paesaggio
Cultura e ambiente: un binomio vincente da considerare
Museo della terra pontina: intervista alla direttrice Manuela Francesconi
Destagionalizzazione: a che punto siamo?

SCARICA LA VERSIONE IN PDF qui

SFOGLIA LA VERSIONE PER PC/MAC/TABLET qui

Interrogazione Urgente sull’attuale diffusione del Virus Ebola e misure sanitarie adottate dal nostro Paese.

E’ notizia di questi giorni dell’epidemia di Ebola ,a velocità di diffusione abbastanza sostenuta, che sta interessando alcuni paesi Africani quali la Guinea, la vicina Liberia ed il Senegal. Purtroppo in un mondo globalizzato in cui merci e persone viaggiano in modo molto veloce ,e spesso anche fuori dai controlli legali, si materializza anche lo spettro della diffusione di malattie e parassiti che utilizzano come vettori le persone stesse e le merci in spostamento attraverso i continenti.

Operatori Sanitari che si preparano ad assistere persone contagiate da Ebolavirus.

Lungi dal voler creare inutili allarmismi, se le notizie portate dai mezzi di informazione dovessero essere ufficialmente confermate (Medici Senza Frontiere parla di epidemia senza precedenti) andrebbero prese serie precauzioni  dal momento che il virus Ebola è tra le specie virali maggiormente letali per l’uomo in cui causa febbre emorragica che porta alla morte. Le sue caratteristiche di alta velocità di diffusione, periodo di incubazione di circa 20 giorni, e mortalità di oltre il 50 % dei colpiti ,per mancanza di terapie e vaccini, lo rendono uno dei virus più temuti anche dalla moderna medicina che sembra potere tutto.
Continua a leggere