Blog Archives

Trasporto Pubblico di Latina – Esito del Sondaggio

Il Movimento 5 Stelle di Latina ha realizzato, a partire da luglio 2014, un’indagine conoscitiva (vedi articolo) allo scopo di analizzare la funzionalità del trasporto pubblico urbano del nostro comune e rilevarne gli eventuali punti critici e le conseguenti aree di intervento.

La ricerca ha riguardato esclusivamente il servizio ATRAL, la società che gestisce il trasporto comunale di Latina.

Come strumento di indagine è stato predisposto un questionario per utilizzatori del trasporto pubblico locale con le seguenti caratteristiche:

  • Sezione “il viaggiatore” Le domande sono state utili a delineare un profilo essenziale di chi ha partecipato alla ricerca: genere, età, occupazione.
  • Sezione “il viaggio” Abbiamo domandato a chi utilizza l’autobus di rispondere ad alcune domande relative al percorso usato più frequentemente.
  • Sezione “il gradimento del servizio” Abbiamo chiesto agli intervistati un giudizio sui numerosi aspetti inerenti il servizio di trasporto urbano: dalla fruibilità alla regolarità, dalla sicurezza alla comodità. Infine si è lasciato spazio a libere osservazioni e suggerimenti.

Per chi ha dichiarato di non adoperare mai l’autobus per spostarsi in città abbiamo previsto un altro questionario che condivide con il primo solo la sezione sulle caratteristiche anagrafiche. All’interno della ricerca hanno trovato spazio, infatti, anche le ragioni di chi sceglie di muoversi senza usufruire del trasporto pubblico.

★★★★★

Vogliamo ora presentare ai cittadini una sintesi dei risultati di tale sondaggio*, rimandando i lettori interessati all’analisi di dettaglio dei dati, riportata nel documento in calce.
Continua a leggere

FIATO SUL COLLO !

Si proprio “FIATO SUL COLLO” !

Questa frase nel vocabolario dell’attivismo civico a 5 stelle significa: “porre la massima attenzione a tutto ciò che un’amministrazione politica (in particolare in ambito locale), a prescindere dal colore, fa nel corso del suo mandato”.

Immagine90

Ma perchè dei semplici cittadini dovrebbero impegnarsi in un compito del genere a scapito del proprio tempo libero, dei propri affetti, dei propri hobbies, delle proprie risorse intellettive, professionali e, tal volta, anche economiche ?

Forse perché i politici eletti per fare una sana e approfondita opposizione (che implica il controllo degli atti amministrativi e politici di una maggioranza) non sono sufficienti.

Forse perchè la cronaca politica nazionale, provinciale e locale di questi anni ci ha raccontato che, a volte, certe opposizioni vanno fin troppo d’accordo con le relative maggioranze “dimenticandosi” di tutelare, fino in fondo, gli interessi dei cittadini.

Forse perchè solo dei cittadini disinteressati e liberi da qualsivoglia condizionamento sono in grado di denunciare eventuali situazioni di “mala gestione” che , viceversa, potrebbero trovare accomodanti soluzioni di natura politica (tradotto: inciuci di palazzo).

Dunque se il cittadino non si occupa di politica la politica si occupa del cittadino con risultati sconfortanti che si traducono, in molti casi, in carenza di servizi e imposte locali (e non solo) più elevate. Continua a leggere

Il M5S Latina lancia un sondaggio sul Trasporto Pubblico

Schermata 2014-07-26 alle 16.28.18
PARTECIPA ANCHE TU!

>> COMPILA IL QUESTIONARIO <<

Ci vogliono meno di 5 minuti. Il tuo contributo sarà prezioso!
Grazie.

Il Movimento 5 Stelle di Latina,  attraverso questo sondaggio, intende analizzare la funzionalità del trasporto pubblico urbano del nostro comune, al fine di rilevare gli eventuali punti critici e le conseguenti aree di intervento.

Il lavoro di analisi e proposta sarà compiuto grazie ai  vostri giudizi e suggerimenti, espressi con la compilazione del seguente questionario*.

All’interno del questionario trovano spazio anche le ragioni di chi sceglie di muoversi senza usufruire del trasporto pubblico, proprio per raggiungere l’obiettivo di un’analisi a tutto tondo della mobilità cittadina.

Le domande riguardano esclusivamente l’uso degli autobus ATRAL, la società che gestisce il trasporto comunale, escludendo gli spostamenti in altri comuni o province.

Lo strumento d’indagine è assolutamente anonimo e viene proposto nel rispetto della legge sulla privacy n.169/2003. I dati acquisiti saranno trattati in forma aggregata e per le sole finalità connesse alla loro gestione.   

La prima parte del questionario (sezione: il viaggiatore) è dedicata al cittadino: le domande sono utili a delineare un profilo essenziale di chi risponde, sesso, età, occupazione. Le risposte ci aiuteranno nella successiva fase di elaborazione dei dati.

La seconda parte del questionario (sezione: il viaggio) entra subito nel vivo del tema: si chiede a chi utilizza l’autobus di rispondere ad alcune domande relative al percorso usato più frequentemente. Per chi dichiara di non adoperare mai l’autobus per spostarsi in città è prevista una sezione specifica.

L’ultima parte del questionario (sezione: gradimento del servizio) si rivolge a chi prende l’autobus, e chiede un giudizio sui numerosi aspetti inerenti allo stesso: dalla fruibilità alla regolarità, dalla sicurezza alla comodità. Infine, si lascia spazio a osservazioni e/o suggerimenti.

La chiusura dell’indagine è prevista entro il 31 dicembre 2014, l’esito sarà pubblicato su questo sito.

=======
(*) Questionario elaborato dal Tavolo di Lavoro “Mobilità & Opere Pubbliche” del M5S Latina.

Considerazioni di un furbissimo

Oggi devo andare in Centro!

Certo che sti’ parcheggi a pagamento dappertutto sono una vera seccatura… Oh, sia chiaro, a me non interessa, tanto io sono furbo e il parcheggio mica lo pago, capirai, con tutti i sistemi che ci sono!!! E sia chiaro, non è mica una questione di soldi, è proprio il principio!

Però vedi che lenze questi del Comune… tu pensa che per giustificare le strisce blu ovunque hanno detto che tutta la fascia urbana compresa nella circonvallazione è “zona di particolare rilevanza urbanistica nella quale sussistono esigenze e condizioni particolari di traffico”… manco Las Vegas!

Comunque come dicevo il problema è di quei fessi che pagano il tagliandino o peggio ancora l’abbonamento. Ti rendi conto: l’ABBONAMENTO!!! Tu vai a lavorare e paghi 240 euro all’anno per parcheggiare? Magari sei pure il commesso di un negozio con lo stipendio da minimo sindacale? Ma io con 240 euro mi ci pago un terzo del telefonino nuovo, scherziamo!

Continua a leggere…