Trasporto pubblico locale e indagine sulla metro

Trasporto pubblico locale (TpL) e metroleggera. Due questioni scottanti di cui il nostro gruppo civico si è occupato a fondo attraverso azioni di denuncia e proposta.

Riguardo il TpL ricordiamo sia il sondaggio e la relativa analisi pubblicata agli inizi del 2015,
(Rife: https://www.latina5stelle.it/trasporto-pubblico-di-latina-…/ ) sia l’analisi dello “Studio per la riqualificazione del trasporto pubblico locale del comune di Latina”, commissionato al Ce.R.S.I.Te.S (Centro Ricerche e Servizi per l’Innovazione Tecnologica Sostenibile dell’Università La Sapienza) in data 12/05/2014 mediante determina n°838/2014, dell’allora Dirigente Avv. Passanti Francesco, che ha previsto un impegno di spesa di €40 mila euro.

Per non parlare del blitz effettuato da un gruppo di attivisti, il 6 gennaio del 2016, a bordo di un mezzo dell’ATRAL che ha messo in evidenza tutte le carenze di un servizio da tempo allo sbando (Rife: https://www.latina5stelle.it/un-ameno-giro-di-giostra/ )

Dunque ci chiediamo come mai, dopo circa 8 mesi dall’insediamento della giunta Coletta, alla relativa commissione (le cui riunioni hanno un costo) non siano ancora chiare le pessime condizioni in cui versa il TPL locale. Se si fossero documentati prima, anche attraverso i nostri documenti, o se si fossero solo limitati a viaggiare su un mezzo dell’ATRAL, forse, non ci sarebbe stato bisogno di convocare, nella commissione trasporti, una rappresentanza studentesca che, ovviamente, non ha fatto altro che testimoniare una situazione nota da tempo. Per non parlare dei disagi vissuti dalla popolazione studentesca che potrebbero essere sensibilmente ridimensionati se solo si applicassero i correttivi evidenziati nel documento del Ce.R.S.I.Te.S che, probabilmente, è ancora sconosciuto a molti nuovi consiglieri di maggioranza e che, si auspica, trovino spazio nel nuovo bando dei trasporti pubblici.

 

Per quanto riguarda la scandalosa vicenda che concerne il progetto Metroleggera, ricordiamo la proficua collaborazione con l’associazione Metrobugia (dell’Ing. De Simone – che per prima a Latina ne ha denunciato i lati oscuri) che ha permesso a questo gruppo di produrre sia una interrogazione regionale (Rife: https://goo.gl/qO0cck ), sia una parlamentare (Rife: https://goo.gl/IekZ6l ).

p.s.: ci domandiamo per quale motivo, nelle ultime settimane, il progetto disastroso della metro è tornato prepotentemente alle cronache in conseguenza di alcune dichiarazioni di politici locali che oltre ad essere bizzarre (per chi conosce a fondo il fallimento del progetto), sono risultate del tutto estemporanee – ci riferiamo, tra gli altri, al consigliere comunale Carnevale (PD) e al duo di Cuori Italiani Tiero/Di Cocco.
È chiaro che la decisione folle di ripristinare il progetto metrolatina ridimensionerebbe, o addirittura raderebbe al suolo, l’inchiesta della Procura di Latina. Siamo sicuri che gli indagati, cui sono stati sequestrati dei beni, saranno bravi a difendersi senza alcun aiuto da parte della politica.

Potrebbe Interessarti

Posted on 22 febbraio 2017, in Blog and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink. Leave a Comment.

Comments are closed.